Sognare ad occhi aperti

Una persona in media passa il 12% del tempo in cui è sveglia a pensare al futuro. Sogni, ansie. Il presente sembra spesso soccombere in una rincorsa infinita tra passato e futuro. L’hic et nunc latino, il senso dell’immediatezza sembra, a volte, essere addirittura meno concreto del ricordo di quel che è stato o del pensiero di quello che ancora deve accadere.
La vita è un pensiero: tutto quello che ci accade è frutto di una premonizione o della presenza di un fantasma del passato. Viviamo cercando di risollevare le sorti, cancellando o riscrivendo la storia, con un pensiero sempre fisso al futuro: cosa accadrà? Riuscirò a farcela? Farò soffrire qualcuno?
In questo momento sono in un treno ma non sto pensando ad ora, bensì alla giornata appena trascorsa che mi ha portato a viaggiare e a domani: cosa farò non appena i frutti del passato saranno maturi? La verità è che non sono mai presente al mio presente.

Vorrei pensare ad ora ma non ci riesco, mi sembra inutile pensare di vivere. Penso, dunque sono (COGITO ERGO SUM).


Bookmark and Share

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: