Frankenweenie esce in Italia il 26 ottobre

Dopo aver inaspettatamente perso il suo adorato cane Sparky, il giovane Victor sfrutta il potere della scienza per riportare in vita il suo amico, con qualche lieve variazione. Prova a nascondere la sua creazione cucita-in-casa; ma quando Sparky esce, i compagni di scuola di Victor, gli insegnanti e l’intera città scoprono che tenere al guinzaglio una nuova vita può essere mostruoso.

Annunci

15 minuti di celebrità per tutti!

“In the future everyone will be world famous for 15 minutes”.

Lo diceva nel 1968 Andy Warhol ed oggi, a distanza di più di 40 anni, è più che mai realtà grazie a Social media, reality show e web tv.


Quando i simboli “social” diventano quotidiani…

…si realizzano campagne pubblicitarie come questa. Geniale.

JN. Official Sponsor of the 31st OPorto International Film Festival.
Advertising Agency: DraftFCB, Lisbon, Portugal
Creative Directors: Duarte Pinheiro de Melo, Luis Silva Dias
Art Director: Rodrigo Burdman
Copywriter: Samir Mesquita
Photographer: On Shot Estúdio
Retoucher: Eduardo Firmino
Published: February 2011

Gioielli da Sex & the City

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tra un mese Carry e le altre protagoniste di Sex & The City saranno nuovamente al cinema. A ricordarci di non mancare l’appuntamento ecco una linea di gioielli ispirata al famoso serial tv. Le collanine, realizzate dalla Dogeared Jewels and Gifts in oro e argento, hanno charms che raffigurano alcuni tra gli oggetti simbolo della serie: il cuore, il diamante, la Tour Eiffel, l’insegna stradale di Park Av e l’immancabile stiletto.

E ilpackaging? Nell’elegante confezione nera con fiocco rosa shocking c’è una frase tra le più celebri delle protagoniste del serial, riportata su una cartolina raffigurante lo skyline newyorkese. Qualche esempio? “I’ve been dating since I was fifteen. I’m exhausted. Where is he?”, “Should I get you a diamond? No, just a really big closet”, “Single & Fabulous!” o “I’m not afraid of heights!”.

Dove acquistare i gioielli? Online of course! Il costo è di circa 50 $ (circa 39 euro)

stylosophy.it
dogeared.com

I Simpson e gli stereotipi Apple

“MyPod and Boomsticks”, s’intitola così la puntata de “I Simpson” che ironizza contro gli stereotipi del mondo Mela. Protagonista della puntata la piccola Lisa che desidera un MyPod nello store Mapple (come sempre i nomi richiamano in modo nemmeno troppo velato quelli originali).

Lisa non ha però abbastanza soldi per acquistare il suo oggetto del desiderio e decide di provare ad acquistare soltanto un paio di cuffiette Myphonies che, però costano troppo (40 sollari)! Il caso vuole che nel negozio entri Krusty il Clown che ha vinto un MyPod ma non sa che farsene e decide di regalare il lettore a Lisa. Finalmente la piccola Simpson ha un gadget della Mela (morsa due volte nel logo del cartone).

Google ti risolve la vita?

Questo video è a dir poco geniale. Durante il Super Bowl, evento sportivo con un pubblico che va dagli 80 ai 90 milioni di spettatori negli USA, Google ha messo in scena “una storia d’amore parigina”. Pubbicità semplice, alto impatto emotivo e riconoscibilità non solo del marchio ma anche dell’utilizzo del prodotto stesso. Cosa vediamo? Concretamente solo un semplice susseguirsi di termini di ricerca nella barra più famosa al mondo. In realtà, stiamo assistendo ad una emozionante storia d’amore di un giovane americano con tanto di lieto fine!
Inutile parlare dell’effetto virale del video e del passaparola che c’è stato nei giorni successivi al passaggio in tv.

Tim Burton – la filmografia

Tim Burton all'anteprima di "Alice in Wonderland" (London, 2010)

Timothy William Burton nasce a Burbank (Los Angeles) il 25 agosto 1958,  è un regista, sceneggiatore, produttore cinematografico, animatore e disegnatore statunitense.

  • Pee-wee’s Big Adventure (1985)
  • Beetlejuice – Spiritello porcello (1988)
  • Batman (1989)
  • Edward mani di forbice (1990)
  • Batman – Il ritorno (1992)
  • Ed Wood (1994)
  • Mars Attacks! (1996)
  • Il mistero di Sleepy Hollow (1999)
  • Planet of the Apes – Il pianeta delle scimmie (2001)
  • Big Fish – Le storie di una vita incredibile (2003)
  • La fabbrica di cioccolato (2005)
  • La sposa cadavere (2005)
  • Sweeney Todd: Il diabolico barbiere di Fleet Street (2007)
  • Alice in Wonderland (2010)

Johnny Depp – la filmografia

Johnny Depp

John Christopher Depp II, in arte Johnny Depp è nato ad Owensboro (Kentucky) il 9 giugno 1963. Attore, regista e chitarrista statunitense, ha ricevuto tre candidature all’Oscar per i film “Pirati dei Caraibi: La maledizione della prima luna”, “Neverland – Un sogno per la vit”a e “Sweeney Todd: Il diabolico barbiere di Fleet Street”. Ha vinto il Golden Globe come miglior attore per quest’ultimo film, dopo essere stato candidato più volte al premio.

  • Nightmare: dal profondo della notte (A Nightmare on Elm Street), regia di Wes Craven (1984)
  • Posizioni promettenti (Private Resort), regia di George Bowers (1985)
  • Platoon (Platoon), regia di Oliver Stone (1986)
  • Cry Baby (Cry Baby), regia di John Waters (1990)
  • Edward mani di forbice (Edward Scissorhands), regia di Tim Burton (1990)
  • Nightmare VI: La fine (Freddy’s Dead: The Final Nightmare), regia di Rachel Talalay (1991)
  • Il valzer del pesce freccia (Arizona Dream), regia di Emir Kusturica (1992)
  • Benny & Joon (Benny & Joon), regia di Jeremiah S. Chechik (1993)
  • Buon compleanno Mr. Grape (What’s Eating Gilbert Grape), regia di Lasse Hallström (1993)
  • Ed Wood (Ed Wood), regia di Tim Burton (1994)
  • Don Juan De Marco maestro d’amore (Don Juan DeMarco), regia di Jeremy Leven (1995)
  • Dead Man (Dead Man),regia di Jim Jarmusch (1995)
  • Minuti contati (Nick of Time), regia di John Badham (1995)
  • Donnie Brasco (Donnie Brasco),regia di Mike Newell (1997)
  • Il coraggioso (The Brave) (anche regia, 1997)
  • Paura e delirio a Las Vegas (Fear and Loathing in Las Vegas) regia di Terry Gilliam (1998)
  • Los Angeles senza meta (L.A. without a map), regia di Mika Kaurismaki (1998)
  • La nona porta (The Ninth Gate), regia di Roman Polanski (1999)
  • The Astronaut’s Wife – La moglie dell’astronauta (The Astronaut’s Wife), regia di Rand Ravich (1999)
  • Il mistero di Sleepy Hollow (Sleepy Hollow), regia di Tim Burton (1999)
  • The Source – Sulla strada (The Source), regia di Chuck Workman (1999) – Documentario
  • The Man Who Cried – L’uomo che pianse (The Man Who Cried), regia di Sally Potter (2000)
  • Prima che sia notte (Before Night Falls), regia di Julian Schnabel (2000)
  • Chocolat (Chocolat), regia di Lasse Hallström (2000)
  • Blow (Blow), regia di Ted Demme (2001)
  • La vera storia di Jack lo squartatore (From Hell), regia di Allen e Albert Hughes (2001)
  • Lost in La Mancha (2002), regia di Keith Fulton e Louis Pepe
  • Pirati dei Caraibi: La maledizione della prima luna (Pirates of the Caribbean: The Curse of the Black Pearl), regia di Gore Verbinski (2003)
  • C’era una volta in Messico (Once Upon a Time in Mexico), regia di Robert Rodriguez (2003)
  • Secret Window (Secret Window), regia di David Koepp (2004)
  • Si sposarono ed ebbero molti bambini (Ils Se Marièrent et Eurent Beaucoup d’Enfants), regia di Yvan Attal (2004) – Cameo
  • Neverland – Un sogno per la vita (Finding Neverland), regia di Marc Forster (2004)
  • The Libertine (The Libertine), regia di Laurence Dunmore (2004)
  • La fabbrica di cioccolato (Charlie and the Chocolate Factory), regia di Tim Burton (2005)
  • La sposa cadavere (The corpse bride), regia di Tim Burton, Mike Johnson (2005) – Voce
  • Pirati dei Caraibi: La maledizione del forziere fantasma (Pirates of the Caribbean: Dead Man’s Chest), regia di Gore Verbinski (2006)
  • Pirati dei Caraibi: Ai confini del mondo (Pirates of the Caribbean: At Worlds End), regia di Gore Verbinski (2007)
  • Sweeney Todd: Il diabolico barbiere di Fleet Street (Sweeney Todd: The Demon Barber of Fleet Street), regia di Tim Burton (2007)
  • Gonzo: The Life and Work of Dr. Hunter S. Thompson, regia di Alex Gibney (2008) – voce narrante
  • Parnassus – L’uomo che voleva ingannare il diavolo (The Imaginarium of Doctor Parnassus), regia di Terry Gilliam (2009)
  • Nemico pubblico – Public Enemies (Public Enemies), regia di Michael Mann (2009)
  • When You’re Strange, regia di Tom DiCillo (2009) – voce narrante
  • Alice in Wonderland (Alice in Wonderland), regia di Tim Burton (2010)

Sanremo 2010…edizione al femminile?

La 60° edizione del Festival della Canzone Italiana è ai nastri di partenza. La chermesse, infatti, condotta dalla frizzante Antonella Clerici, si terrà al teatro Ariston di Sanremo dal 16 al 20 febbraio.

Il manifesto ufficiale è stato realizzato dall’agenzia pubblicitaria D’Adda, Lorenzini, Vigorelli, BBDO e l’immagine scelta è il primo piano di un occhio femminile truccato con una matita nera che disegna
una chiave di violino. Un occhio femminile proprio come l’edizione del festival?

L’idea sviluppata dalla coppia creativa composta da Sara Portello e Laura Pecoraro dell’agenzia D’Adda, Lorenzini, Vigorelli, BBDO di Roma, che hanno lavorato sotto la supervisione creativa di Giampietro Vigorelli.

Avvistamenti diabolici nel Nord Italia…

Dopo Milano e Torino, anche a Varese è stata avvistata una creatura diabolica. Il losco personaggio dallo sguardo di ghiaccio, vaga silenzioso alla ricerca di chissà cosa.  Chi l’ha incrociato in metropolitana a Milano o nei luoghi esoterici della magica Torino racconta che la misteriosa creatura, vestita con un lungo e macabro cappotto in pelle, colpiva ogni cosa con un raggio laser riportante la scritta http://www.inferis.it.

Spaventati? No…almeno finché non sarete nel nuovo e terrificante labirinto infernale di Gardaland! Tutto questo è, infatti, frutto di un’abile stategia promozionale del parco di divertimenti.