Ho fatto da #trnder!

… ho seguito il consiglio di un’amica e mi sono iscritta ad un programma di trnd come tester di prodotti Lancome. Adoro i prodotti Lancome e quando posso il budget me lo permette li scelgo sempre.

Mi iscrivo. Mi accettano tra le 100 tester. Morale? Mi arriva un kit delle meraviglie in versione mini con:

Advanced Génifique
Visionnaire Crema Multi-Correttrice Avanzata
Visionnaire Fluido Correttore Avanzata
Rénergie Multi-Lift
Hydra Zen

Lancome

Li ho provati tutti e il risultato non poteva che essere esaltante. Ma la cosa che mi ha sorpreso di più è stata che mi sono trovata spesso a leggere (approfonditamente!) le recensioni delle altre tester, un po’ per capire il meccanismo, un po’ per curiosità.

Ottima esperienza personale. Grande guadagno in termini di prodotti!

 

Annunci

Nomination si fa social. Davvero.

Visto che ormai i social network sono parte integrante della nostra vita, perché non metterseli al polso? Ecco l’idea che ha avuto Nomination! Tanti coloratissimi e super estivi bracciali con tanto di hashtag e frase di accompagnamento.
Interessante modo di sfruttare una moda per crearne una. #cool

Per comprare i braccialetti: – e-store Nomination

Mercedes Benz prende in giro il mondo fashion

La Fashion Week di Berlino è un vero palcoscenico internazionale per la moda. E non solo in passerella.
Mercedes Benz, sponsor della manifestazione, ha realizzato un cortometraggio che prende in giro pose e sciocchezze del mondo fashion.

Il film di tre minuti e mezzo, è stato girato straordinariamente da Danny Sangra. Da molti è stato considerato una pubblicità di moda interessante, peccato si tratti di una casa automobilistica.

Tommy Hilfiger: le celebrities prestano il volto al concorso web

Enrique Iglesias, Bar Refaeli e altre celebrities sono gli ambasciatori del lancio del concorso digitale su Instagram e Twitter, #ThrowbackDenim, di Hilfiger Denim, iniziativa che celebra il ruolo centrale della tela di Genoa per il brand americano.

Il marchio apre i suoi archivi per reinterpretare i modelli iconici di Hilfiger in denim e chambray degli anni ’80 e ’90. Vip, digital influencer e pubblico sono invitati a partecipare condividendo le loro foto ispirate al tema su #ThrowbackDenim.

Tutti i post raccolti parteciperanno al concorso digitale e l’immagine migliore vincerà un viaggio per due persone in California. Il concorso è aperto fino al 9 maggio.

 

Per maggiori informazioni:

– tommy.com

 fashionmag.com

Instagram per i brand fashion: DIOR

Quando elabori un social media plan non puoi non mettere Facebook (“è il primo social network…ci sono tutti su Facebook!”) o Twitter (perchè semplicemente fa figo). E instagram? Rimane sempre un giochino per pochi con numeri ancora piccoli per meritare una collocazione dignitosa in un piano annuale. Non la pensa così DIOR che è sbarcato su questo social network con un piano strategico studiato ad hoc e in pochi mesi ha raggiunto più di 152 mila follower.

ImmagineLa coerenza, si sa, paga. E Dior sin dal primo post su Instagram ha esplicitato i quattro filoni che lo caratterizzano:

– #DIORLIVE (per essere sempre connessi al mondo DIOR, sfilate ed eventi inclusi)
– #DIORBTS (il vero backstage del marchio)
– #DIORBY (perchè Dior vuol dire anche collaborazioni con artisti e stilisti vari)
-#DIORTIPS (consigli e tutorial vari per aiutare i propri follower)

Per maggiori informazioni: – ninjamarketing.it

Lo shopping del lusso passa per l’e-commerce

L’analisi è stata condotta da Google Ipsos su un campione di 400 persone con reddito superiore a 100.000 dollari che hanno acquistato da siti e-commerce per almeno due volte con un valore medio di circa 2500 dollari di spesa.
In Italia? Il 98% delle persone che acquistano online beni di lusso navigano in rete quotidianamente ed utilizza tre differenti dispositivi per le ricerca di informazioni prima di acquistare online, ossia:

  • Tablet 35%
  • Smartphone 34%
  • PC 64%

Il campione intervistato ricerca online informazioni principalmente in due modi:

  • il 74% utilizza fonti dirette
  • il 65% invece si informa cercando in rete sui motori di ricerca

…ma chi compra beni di lusso direttamente da siti e-commerce è però solo il 7%. Ancora. 

Per maggiori informazioni:  dreamsnet.it

 

Tommy Hilfiger: la campagna in un hashtag

Tommy Hilfiger si affida a Twitter per crescere sui social. Scandita dall’hashtag #GoneSurfing, la campagna ha messo in palio un viaggio per due persone alle Maldive. Il vincitore è stato sorteggiato tra gli utenti di Twitter che hanno dimostrato di utilizzare l’hashtag per condividere in 140 caratteri la loro passione sportiva e i loro trucchi sullo sport della tavola.

Oltre a spingere gli utenti a postare in maniera autonoma i propri contenuti, l’hashtag è stato inserito dall’azienda anche tra i tweet promozionali nelle timeline di utenti europei ed è stato ripreso e promosso dai profili online di diverse testate giornalistiche.

Per maggiori informazioni: pambianconews.com

Le vendite private online? In Italia vale 550 milioni di euro

Quello dei club privati di vendite online è un mercato in grande espansione anche in Italia dove gli acquisti digitali sono ancora relativi seppur in incremento. «Nel 2013 le flash sales hanno generato in Italia un giro d’affari compreso tra i 400 e i 550 milioni di euro con una crescita del 25% su base annua», ha spiegato a MFF, Roberto Liscia, presidente di Netcomm, il consorzio italiano del commercio elettronico, «il successo di queste società consiste in un mix di fattori vincenti: da un lato in Italia viviamo un periodo recessivo e questo tipo di vendite offre ai consumatori un’esperienza gratificante e continuativa; dall’altro si tratta di aziende che fanno della credibilità e del servizio una priorità tale che la soddisfazione dei clienti è sempre molto alta. Tutto ciò, unito al fatto che il tempo libero si è ridotto significativamente e alla possibilità di avere prezzi fortemente scontati, rende questo canale vincente». Pioniere e leader di questo segmento è da sempre il colosso francese Vente-privee.com che anche quest’anno, dopo aver chiuso il 2012 a quota 1,3 miliardi di euro in salita del 22%, punta a mettere a segno una crescita a doppia cifra percentuale (+25%) raggiungendo quota 1,5 miliardi di euro.

La prossima frontiera delle vendite private? Il settore food & beverage. Made in Italy ovviamente.

Per maggiori informazioni: mffashion.com

Kocca lancia il nuovo e-shop

Kocca, il brand italiano di moda con sede al Cis di Nola, ha appena lanciato il suo nuovo sito di e-commerce, completamente rinnovato nell’immagine e nella navigazione: shop.kocca.it

Qualche dato: l’obiettivo è passare dagli attuali 32.177 visitatori, del mese di settembre 2013, ai 50.000 visitatori entro fine 2013, raddoppiando nel 2014 puntando al mercato estero. Attualmente, infatti, il 60% degli ordini proviene dall’Italia, mentre il restante 40% da Paesi Europei quali Spagna, Francia e Belgio.

Immagine

Per maggiori informazioni: fashionmag.com